Pubblicità

Heroes of Land, Air & Sea rappresenta il ponte tra videogioco strategico e gioco da tavolo. Se siete appassionati del genere dovete per forza leggere il nostro articolo!

Se una parte della nostra infanzia è stata spesa davanti allo schermo di un monitor per giocare ai videogiochi, possiamo affermare che l’80% delle volte era per fare l’ennesima partita ad Age of Empire o Warcraft, questo perché ci piaceva provare nuove combinazione per arrivare alla chiave della vittoria. Nel mondo dei board games hanno tentato più volte di emulare sui nostri tavoli le medesime esperienze che provavamo davanti al PC e il più delle volte con scarsi successi. Ma forse… forse siamo arrivati ad un punto di svolta…

Eroi a raccolta

Sviluppato dalla Gamelyn Games (famosa per aver creato i famosi giochi legati alla serie Tiny Epic) attraverso varie campagne nella piattaforma Kickstarter, l’ultima delle quali nel corso del 2018, Heroes of Land, Air & Sea è un gioco asimmetrico “4X” del genere conquista e controlla per 1-4 giocatori (fino a 7 con le espansioni), dove ogni giocatore prenderà il controllo di una delle 4 razze disponibili nel gioco base, cercando di ottenere più punti vittoria rispetto ai loro avversari. La particolarità del gioco sta nel fatto che per chiudere una partita è necessario che uno dei partecipanti “sblocchi” una delle quattro X impostate dal regolamento:

Explore: tutti i token esplorazione sono stati scoperti;

Exterminate: la capitale di un giocatore è stata distrutta;

Exploit: un giocatore ha costruito 3 torri (limite di una per continente);

Expand: un giocatore ha sul tavolo tutti i servi ed i guerrieri.

Ma veniamo al setup del gioco… Dopo aver piazzato la mappa sul tavolo ed aver messo le risorse nella sezione “tasse” ed i token esplorazione sulle regioni di terra e di mare, ogni giocatore sceglia una razza a suo piacere con la propria plancia personale, le relative miniature (servi, guerrieri ed eroi), torri, città capitale, navi e velivoli in cartoncino (da assemblare), le risorse e i gettoni di azione e di punteggio. Si decide poi l’isola di partenza per la propria fazione piazzando la propria capitale nello spazio predisposto e prendendo infine dalla riserva due servi ed un guerriero che andranno messi sul “giardino” della propria plancia.

Da qui il gioco può iniziare ben sapendo che un round di gioco si divide in tre fasi:

1) Fase Azione: a turno ogni giocatore esegue una delle sue due azioni disponibili. Quest’ultime si dividono in:

Azioni Capitale:

  • Reclutare = permette di acquistare servi, guerrieri, eroi, navi e vascelli aerei spendendo le relative risorse;
  • Costruire = sempre spendendo le risorse necessarie, ci permette di costruire un piano aggiuntivo della nostra capitale, una torre o un edificio (che ci permette di sbloccare nuove abilità e unità da reclutare);
  • Ricerca/impaginazione = possiamo pescare 3 carte magia, scegliendone una da tenerci tra queste, oppure piazzare definitivamente una magia di tipo “cast” di fianco alla nostra plancia (massimo 3);
  • Tasse = possiamo acquisire una quantità definita dalla sezione tassa sul tabellone, di una delle tre risorse a disposizione (cibo, minerale o mana).

La particolarità delle azioni capitale è che possiamo copiare le azioni di un avversario senza spendere il relativo gettone azione. Ad esempio se la fazione dei nani sceglie l’azione costruire, ed abbiamo un servo a disposizione nei nostri giardini, possiamo prendere quest’ultimo durante il turno dei nani e piazzarlo sull’azione costruire per effettuare un’azione aggiuntiva fuori turno (è necessario comunque che tale azione non sia già stata occupata in precedenza durante il round in corso).

Azione Comando:

  • Marcia = possiamo prendere da 1 a 5 unità in una regione (chiamato esercito) e spostarle in un’altra regione, muovendo quest’ultime del valore più basso di movimento se tale esercito è formato da diversi tipi di unità. Se un qualsiasi tipo di movimento ci fa terminare o passare su una regione contenente un esercito nemico, allora comincia la battaglia., dove ogni giocatore sommerà la forza del proprio esercito, giocherà le magie “combattimento” o “interazione” ed infine una delle carte tattica (uguali per tutti i partecipanti). Chi ottiene la forza più alta è il vincitore ;
  • Salpare = utile per muovere la propria nave. Ognuna di esse ha due stanze a disposizione per le vostre unità;
  • Volare = identico a salpare, ma in questo caso utilizzato per muovere i vascelli volanti;
  • Castare = serve per lanciare le magie “cast”.

Diversamente dalle azioni capitale, le azioni comando ci permettono di eseguire immediatamente una seconda azione consecutiva se utilizziamo un servo e lo piazziamo su una delle azioni comando non ancora utilizzate;

2) Fase Raccolto: ogni giocatore raccoglie le proprie risorse dai territori conquistati (pianure = cibo, montagne = minerale, foresta = mana);

3) Fase riorganizzazione: ritornano tutti i servi e gettoni utilizzati per le azioni, si preparano le magie utilizzate dalla propria plancia e si pesca una carta magia dal mazzo comune.

Nel momento in cui una delle fazioni raggiunge l’obiettivo impostato di una delle quattro X, si finisce di terminare il round in corso e se ne effettua successivamente un altro. Al termine di quest’ultimo si effettua il conteggio dei punti vittoria ed il giocatore che ha ottenuto più punti è il vincitore.

Raccogli e attacca

HOLAS è stata una grande sorpresa sin dall’apertura della confezione, di fatto i materiali sono di ottima qualità, dai pezzi in cartoncino da assemblare (fortunatamente va fatto una sola volta) alle miniature dai dettagli notevoli, fino alle simpatiche risorse in legno. Il regolamento poi anche se molto dettagliato e pieno di nozioni, riesce comunque a facilitare i giocatori a carpirne le informazioni e ad avvicinarli più facilmente all’interno delle partite. L’unica pecca (non gravissima) è la mancanza di un organizer per tenere in maniera stabile i componenti in cartoncino una volta assemblati, difatti questo oltre a rallentare il setup di ogni partita, rende difficile riporre il tutto all’interno della scatola.

Una volta intavolato tutto comunque ci siamo divertiti come matti e facendo più partite abbiamo provato a vedere se usando le stesse razze potevamo utilizzare diverse combinazioni per poter ottenere punti vittoria in maniera alternativa e ci ha stupito come il gioco comunque sia di larghe vedute sotto questo punto di vista. E’ pur vero però che il sistema di gioco ti permette di acquisire punti e/o improntare le partite in maniera differente in base alla razza scelta (ad esempio gli elfi hanno i bonus sul lancio delle magia, così come gli orchi sono più improntanti per le battaglie) e questo è sicuramente un punto a favore per la longevità del prodotto. Ma se non vi bastano le 4 razze del gioco base, sappiate che ci sono tante altre espansioni che allargano di gran lunga la durabilità del gioco, portando le fazioni a 10 più la possibilità di acquisire durante la partita le macchine da guerra, mercenari di vario tipo e combattere contro i nomadi posti nelle varie regioni dei continenti.

per quanto concerne la scalabilità, anche se divertente, non consigliamo di giocare in 2 in quanto ci si rompe troppo poco le uova nel paniere. La perfezione si raggiunge in 4-5 giocatori e anche se le partite possono durare tra le 2 e le 3 ore, non vi preoccupate… il tempo passa talmente tanto in fretta che neanche ve ne accorgerete.

L’unica cosa però che non ci è andata giù sono le carte tattica per le battaglie, non fraintendeteci però poiché a nostro parere si integrano benissimo con il sistema di gioco, rendendo praticamente strategico ogni combattimento e per nulla aleatorio. Avremmo preferito per che ci fosse una qualche varietà tra le differenti razze: ad esempio la carta tattica “Barricata” (tanto per prenderne una a caso) poteva intitolarsi cosi per tutte le razze, ma variandone magari gli effetti al proprio interno cosi come per i disegni.

Tornate a casa miei prodi

Heroes of Land, Air & Sea, anche se non unico nel suo genere, è sicuramente un prodotto che vale la pena di provare grazie alla combinazione delle regole che porta sul campo. Letteralmente una partita tira l’altra e si ha sempre voglia di provare fazioni diverse ogni volta che lo si intavola.Certo il prezzo potrebbe essere un grande ostacolo per chi non ha partecipato alla campagna Kickstarter, in quanto il gioco non è ancora arrivato sui nostri scaffali, ma se vi diciamo di armarvi di coraggio ed acquistare una copia di Heroes od Land, Air & Sea fidatevi… perché non ve ne pentirete.

  • PRO

  • Strategicamente profondo

  • Dannatamente divertente

  • Ottimi materiali

  • Longevità assicurata

  • CONTRO

  • Manca un organizer

  • Costoso

  • Non lo consigliamo a due soli giocatori

Componenti
Gameplay
Apprendimento regole
Bilanciamento
Longevità
Media

CONTRIBUISCI A FAR CRESCERE DIEbyDICE.com, BASTA UN SEMPLICE MI PIACE!

Pubblicità