Pubblicità

Sei un mostro che ha preso residenza nel suo oscuro castello? Allora preparati a difendere le tue mura in Village Attacks, lo strategico di Grimlord Games!

Seduto sul tuo trono, pensi a come risolvere il problema degli umani. Stanchi e impauriti dalle tue azioni, si sono radunati chiamando i migliori eroi e cacciatori della zona per darti la caccia e distruggerti assieme alla tua dimora, ma è arrivato il tempo di contrattaccare poiché in quanto vampiro non puoi rimanere nascosto a lungo, ne va del tuo orgoglio. Il dilemma è… quale dei tanti mostri chiamare per combattere al tuo fianco?

Village Attacks è un Castle Defence cooperativo con atmosfere horror per 1-5 giocatori, creato dalla Grimlord Games grazie alla piattaforma Kickstarter e distribuito in Italia dalla Wyrd Edizioni. In VA impersoneremo uno dei leggendari mostri creati dalla mente del Folklore umano, con lo scopo di proteggere il cuore del castello dall’attacco delle forze del bene.

Sterminate gli umani

In base allo scenario che volete provare, preparate la mappa al centro del tavolo e piazzate i mostri scelti nella zona del cuore del castello, ponete poi sulla mappa eventuali segnalini condizione delle stanze ed evocazione abitanti del villaggio. Di fianco al tabellone preparate invece le carte evocazione e la plancia “status” del gioco, dove andremo a mettere le carte evento e le carte trappola ed inoltre imposteremo il morale del villaggio e le ferite del cuore del castello sempre in base alle informazioni fornite dallo scenario.

Ora la partita può cominciare ed ogni giocatore dovrà collaborare per portare a casa la vittoria, passando per le seguenti tre fasi di round in round:

1) Fase mostro: Qui a turno ogni giocatore lancerà i dadi e utilizzerà la propria creature in base ai risultati usciti fuori, considerato che ogni faccia ha il proprio utilizzo:

  • Mischia: causa 1 ferita ad un nemico nella stessa zona;
  • Distanza: causa 1 ferita ad un nemico in una zona adiacente;
  • Occhio magico: cura 1 ferita o uno status negativo (come bruciare o silenziato) se ci si trova nel cuore del castello;
  • Scudo: previene 2 danni;
  • Contrattacco: una volta subite le ferite, l’avversario subisce i medesimi danni;
  • Attivazione villaggio: attiva immediatamente l’abitante del villaggio più lontano dal cuore del castello.

Ricordiamo comunque che tutti i dadi attivi (quindi ad eccezione del risultato “Attivazione villaggio”) possono essere utilizzati per muoversi, comprare trappole, attivare determinate abilità o essere messi in riserva per poterli usare nei turni successivi (utilizzando i token con il simbolo scelto, passando cosi i dadi al giocatore successivo). Qualora un giocatore uccida un abitante del villaggio, egli potrà reclamare un token esperienza e quando raggiunge il numero stampato sulla propria plancia potrà sbloccare una nuova abilità o migliorarne una già esistente. Nel caso che invece un mostro dovesse morire, egli tornerà in vita nel turno successivo nella stanza dove risiede il cuore del castello e quest’ultimo subirebbe un ammontare di ferite stabilite dal livello di difficoltà.

2) Fase abitante del villaggio: questo è il turno dove le forze dell’umanità cercheranno di sconfiggere le tenebre attraverso i seguenti passaggi:

  • Girare la ruota degli eventi in base al numero dei giocatori. Se si raggiunge o si supera un determinato numero stabilito dallo scenario, allora si pesca la carta evento;
  • Si attiva ogni abitante del villaggio (l’ordine è popolano, cacciatore ed eroe) dove prima di tutto attaccano la zona dove risiedono (o altre zone in base alle regole speciali) e successivamente si muovono sempre in direzione del cuore del castello;
  • Si pescano le carte evocazione e si piazzano le relative miniature abitante del villaggio nelle stanze dove ci sono i segnalini evocazione.

3) Fase ripristino: si procede alla fine del round e si passa il segnalino “Primo giocatore”.

La partita terminerà quando i giocatori riusciranno a portare a termine l’obiettivo della missione, se invece in qualsiasi momento il cuore del castello raggiunge le zero ferite i mostri avranno perso e l’oscurità svanirà nel nulla.

Voglio il loro sangue

Sappiamo cosa state pensando… “Ma questo Village Attacks è una fotocopia di Zombicide?” Domanda più che lecita e la nostra risposta è NI. Alcune meccaniche infatti sono spudoratamente simili dalla controparte zombesca, tra tutte l’evocazione degli umani tramite il mazzo di carte e il sistema di movimento più o meno simile, ma in quello in cui si differisce è sicuramente l’approccio strategico. Mentre in Zombicide si hanno di base delle azioni fisse tra cui scegliere, qui dobbiamo lanciare i dadi e decidere come muoverci in base ai risultati ottenuti e dunque collaborare al meglio sulle possibili azioni da fare assieme agli altri giocatori. Inoltre grazie alla regola che 3 o più risultati uguali possono essere rilanciati, si avrà la sensazione di un maggiore controllo sui lanci sfortunati.

Molto interessante la differenziazione tra i vari abitanti del villaggio, in primis gli eroi dove ognuno è rappresentato da un modello unico con regole uniche, dando del filo da torcere ai mostri del castello, soprattutto alle proprie nemesi in quanto alcuni di essi sono più forti contro determinati nemici (pensate ad esempio al paladino che combatte contro il cavaliere senza testa). Poi ci sono molte altre varianti come le trappole da poter acquistare e piazzare in determinate stanze, i dadi “giorno e notte” che potenziano/depotenziano i giocatori qualora si voglia giocare in modalità Mattina o Sera, oppure il Troll che può devastare ogni forma vivente all’interno del castello. I creatori hanno inoltre pensato ben bene alla scalabilità del gioco, difatti una partita “normale” è impostata per 3 giocatori, ma se si è di meno o di più c’è una tabella di difficoltà che potete applicare per rendere il gioco più bilanciato, ma comunque bello tosto da portare a termine.

I componenti sono di ottima qualità ma hanno tutti dei pro e dei contro:

  • Le basette colorate sono molto utili e riescono immediatamente a far capire chi è la nemesi di chi, ma farle di gomma è stata una pessima scelta a nostro parere;
  • Le tessere della mappa sembrano fatte di ottimo materiale e difficilmente verranno scheggiate, ma si imbarcano facilmente;
  • Le tessere eroe sono fatte in cartoncino spesso e duro cosi come altri componenti del gioco ,il che significa sicuramente che parliamo di un qualcosa di durevole e che è in tono con l’ambientazione del gioco, ma allo stesso tempo lo spazio occupato nella confezione è enorme e difficilmente entrerà tutto nella scatola una volta defustellato il tutto;
  • Le miniature dei mostri e degli eroi sono di ottima qualità, ma la stessa cura non è stata di certo applicata per i semplici popolani o cacciatori;
  • Sarebbe stato meglio fare abbastanza dadi per tutti i partecipanti, piuttosto che fare dei token da mettere sulla riserva o difesa del proprio mostro quando si passa la propria mano.

Per quanto concerne la longevità invece VA di certo non avrà problemi. Nel gioco base sono presenti 10 scenario + 4 se possedete l’espansione Horrors of the Sands (in rete comunque già circolano altri scenari fan made molto divertenti) ed in più sono già disponibili nel mercato tantissime espansioni, ognuna con due eroi e due mostri aggiuntivi, anche se purtroppo ad un prezzo un po’ altino.

Finish him

In definitiva Village Attacks è uno strategico con una massiccia dose di fortuna, che regala ore di divertimento e di variabilità di partita in partita. A parte qualche regola più o meno identica, si tiene distante dalle meccanismo di gioco della saga Zombicide e avrete sempre l’impressione di trovarvi braccato tra le mura del castello, costringendovi cosi (con piacere si intende) a collaborare con i vostri compagni per trovare la chiave della vittoria.

  • PRO

  • Ottimo strategico

  • Regolamento lungo ma di facile intuizione

  • Alta longevità e variabilità

  • Il fascino di essere i cattivi

  • CONTRO

  • Alcune regole eccessivamente simili ad altri titoli

  • Molto aleatorio

  • Costoso con espansioni costose

Componenti
Gameplay
Apprendimento regole
Bilanciamento
Longevità
Media

CONTRIBUISCI A FAR CRESCERE DIEbyDICE.com, BASTA UN SEMPLICE MI PIACE!

Pubblicità