Pubblicità

Goku e compagni tornano sui nostri schermi grazie al videogioco Dragon Ball FighterZ, scopriamo nella nostra recensione cosa c’è di nuovo!

Ricodi indelebili

Io sono figlio degli anni 80 e penso che chi è cresciuto come me nei successivi anni abbia avuto le mie stesse abitudini, come ad esempio giocare con i “Mighty Max”, organizzare le partite a pallone con gli amici nella piazzetta vicino casa, ma soprattutto una volta tornati da scuola incollarci davanti alla televisione per vedere la nuova puntata di Dragon Ball. Oggi ho passato da un bel pò i 30 anni ma sicuramente Goku & company occupano ancora un posto speciale nel mio cuore e nel cuore di milioni di fans in tutto il mondo.

.
Ed è proprio per questo che ero un pò preoccupato da quando la Bandai Namco assieme alla ArcSystem Work, annunciarono il nuovo titolo dedicato al mondo di Akira Toriyama (soprattutto per i deludenti capitoli usciti in precedenza per le nostre console). Ma il fatidico giorno è arrivato e posso confermarvi che Dragon Ball FighterZ è un gioco… anzi no, è IL gioco che aspettavamo da tanto tempo, che grazie agli scontri 3 vs 3 (ereditato dalla serie Marvel vs Capcom), allo stile “mangoso” ed una longevità pressoché infinita, lo rende sicuramente una pietra miliare nel suo genere.

Il cartone interattivo

Partiamo innanzitutto dalla grafica (definita per eccellenza un 2.5D) la quale rispecchia fedelmente le tavole del manga, ma non solo nella presentazione dei personaggi, ma anche nelle varie mosse di combattimento o nelle spettacolari SUPER che non ci stancheremo mai di vedere. Inoltre non si nota alcun calo di frame e gli scontri proseguono fluidi e dinamici di volta in volta. Non preoccupatevi però della difficoltà di realizzazione delle mosse, in quanto il sistema di combattimento è stato pensato sia per i più esperti che per i neofiti… in entrambi i casi dopo qualche piccola sessione nella modalità “Addestramento” sarete in grado di padroneggiare il pad senza problemi. Altro aspetto positivo sono gli stage, ben definiti, riportano alla mente i vai paesaggi già visti nel nostro fumetto preferito e, soprattutto, dove più combatterete e più l’intero quadro verrà distrutto (provate ad effettuare una super sconfiggendo un avversario su Namecc, vedete un attimo quello che succede).

Il Roaster dei personaggi è di tutto rispetto, comprendendo i più importanti guerrieri dalla saga dei Saiyan fino alla recentissima saga Super (più un personaggio esclusivo approvato da Toriyama stesso, l’androide C-21) ed ognuno di essi porterà con se le proprie mosse/abilità uniche e particolari. Abbiamo ad esempio Hit, il quale è capace di muoversi ad una velocità impressionante grazie alla sua capacità di poter fermare il tempo, oppure al nostro amato Goku che fa del bilanciamento forza/velocità il suo punto forte. A questo si aggiunge il fatto che la squadra che andremo a scegliere sarà composta da tre personaggi ed avremo quindi l’onere di formarla utilizzando dei combattenti che possano sostenersi a vicenda (io per un fattore di cuore non vedo l’ora di utilizzare assieme Kid Buu, Goku e Future Trunks… chissà cosa ne uscità fuori!). Ah dimenticavo un’altro personaggio importante, e cioè il drago Shenron… Eh si perché durante il combattimento, tramite l’utilizzo di determinate combo, possiamo raccogliere le sfere del drago e richiamare il possente Shenron al fine di esprimere uno dei quattro desideri disponibili: Aumentare la potenza della barra del potere, Invincibilità (rigenerazione automatica dell’energia), Resuscitare un alleato sconfitto o recuperare tutta l’energia persa.

Anche il sonoro di Dragon Ball FighterZ merita un plauso a parte: tutti i nostri eroi sono stati doppiati fedelmente in lingua originale giapponese, mantenendo cosi il loro carisma ed inoltre gli effetti sonori rispecchiano molto fedelmente i suoni a cui siamo stati abituati attraverso gli episodi in TV (come le varie kamehameha, makanko sappo e via dicendo). La colonna sonora dei vari stage risulta essere ben composta e sicuramente azzeccata con l’ambientazione del gioco.

Oltre ai vari Versus e allenamento, troviamo la modalità on-line (che è il fulcro del gioco) con una lobby ben congegnata e divertente da utilizzare e che abbiamo potuto già visionare con la Open beta di poco tempo fa. Certo ci fa preoccupare non poco perché abbiamo visto che le connessioni con i server non funzionavano un gran che, quindi speriamo che abbiano approfittato di questo test per risolvere tale problema (sicuramente non si aspettavano una cosi grande affluenza). Anche la modalità Storia è interessante (anche se un pò banale): divisa in tre diversi archi dalla durata totale di 9-10 ore, ci inviterà a percorrere la storia del gioco dove dovremmo affrontare dei cloni oscuri aventi le sembianze dei nostri amici “Z”. Affronteremo stage sempre più difficili e potremo anche ripeterli per aumentare il livello dei nostri combattenti. Questa cosa onestamente mi è piaciuta poco, ma solo perché mi fa storcere il naso vedere una sorta di “farming” in un picchiaduro.

Non temete però, queste piccole falle sono eclissate dalla giocabilità e dalla longevità del gioco stesso. Passerete giornate intere a sfidare i vostri amici online, tentare di terminare la campagna principale o a sbloccare nuovi costumi e avatar. Sia che siate fan o meno della saga, Dragon Ball FighterZ è quello che fa per voi… ci vediamo nel campo di battaglia!!!

  • PRO

  • Divertentissimo

  • Personaggi unici e bilanciati

  • Scelta grafica perfetta

  • Mosse riprodotte fedelmente… Ka Me Ha Me AAAAAAH!

  • CONTRO

  • Trama un pò banale

  • Può non piacere il sistema di farming

  • Alcuni problemi di connessione ai server

Grafica
Audio
Gameplay
Storia
Media

CONTRIBUISCI A FAR CRESCERE DIEbyDICE.com, BASTA UN SEMPLICE MI PIACE!

Pubblicità